consegna periodica volantini

consegne volantini periodiche

La promozione della propria attività o del proprio prodotto, entrambi finalizzati al miglioramento delle vendite, ha da sempre rappresentato il comune divisore di qualsiasi strategia pubblicitaria. Ciò che è forse cambiato, nel corso degli ultimi anni, non riguarda il ruolo di questo principio, ma la preferenza dei canali, scelti dalle imprese e l’attenzione di quest’ultime, verso quelle metodologie in grado di ovviare ai mezzi limitati, figli della crisi.

In tal senso è chiaro come la ripetitività dell’azione pubblicitaria e nel nostro caso, la consegna periodica di volantini, possa influire sulle rese e in definitiva rappresentare un cardine nell’efficacia di ogni campagna. Lo sanno bene le grandi strutture commerciali facenti leva su grandi disponibilità economiche, quanto le piccole attività, caratterizzate da grande perspicacia e dalla necessità di dover sollecitare con frequenza il proprio pubblico.

Ancorché caratterizzato da un numero di consegne, per definizione maggiore, rispetto alla distribuzione spot, il servizio di volantinaggio a mano condotto con periodicità rimane un metodo estremamente valido sia per le grandi strutture che per le piccole attività come negozi, ristoranti, agenzie immobiliari, nuove aperture, cambi di gestione ecc.

Operativamente seguiamo lo standard di qualità che caratterizza qualsiasi nostro servizio inerente alla consegna volantini per Brescia e provincia. Recapiti e depositi di flyer, dépliant, folder, cataloghi possono eseguirsi in cassetta postale oppure, previo possesso della mappatura dei punti espositivi, in dispenser. Circa le possibilità logistiche, disponiamo di uno spazio sufficientemente adeguato alla movimentazione e allo stoccaggio, anche di grandi quantità di copie, volumi o riviste.

LA RIPETITIVITÀ NELLA PUBBLICITÀ

La prima volta che un uomo guarda la pubblicità ... non la vede.
La seconda volta … non la nota.
La terza inizia ad essere consapevole della sua esistenza.
La quarta si ricorda di averla appena vista.
La quinta volta, legge.
La sesta volta, la guarda dall’alto in basso.
La settima la legge tutta e dice: “Che m’importa?”
L’ottava volta dice: “Ecco di nuovo? ”
La nona volta si chiede se quella pubblicità significhi qualcosa.
La decima volta, chiederà al vicino se l’ha provata.
L’undicesima volta, si chiede come fa l’inserzionista a farsela pagare.
La dodicesima volta, pensa che forse potrebbe valere qualcosa.
La tredicesima volta pensa che sia una cosa buona.
La quattordicesima, si ricorda che era un pezzo, che voleva una cosa cosi.
La quindicesima volta, è tentato ... ma non può permettersi di comprarla.
La sedicesima volta, pensa che un giorno, prima o poi la comprerà.
La diciassettesima volta, dice “accidenti ai soldi che non ho“.
La diciottesima volta, conta ... attentamente il danaro.
La diciannovesima volta compra o dice alla moglie di farlo.

Thomas Smith 1885